Storia del Tagikistan

Navigare Facile

Storia del Tagikistan

Le origini del Tagikistan vengono fatte risalire ai popoli della Battriana e della Sogdiana che erano rispettivamente stanziati a settentrione e a occidente dell'attuale stato.

Quando però, nel VII secolo, la conquista araba dell'Asia centrale giunse fino a loro, questi popoli non poterono fare altro che migrare altrove abbandonando i loro territori.

Anche questo dominio ebbe però breve durata perché, pur essendo riusciti ad imporre la religione islamica, gli invasori non furono in grado di mantenere il controllo sulle popolazioni sottomesse tra cui emersero i samanidi.

Ottenuto il controllo dei territori, il popolo samanide, derivante da una dinastia persiana, fece del proprio breve dominio (819-992) un periodo di intensa attività culturale: dalla capitale della città infatti , fulcro del mondo culturale islamico del tempo, nacquero grandi personalità tra cui filosofi, scienziati e poeti.

Dopo numerose invasioni da parte del popolo turco, sul finire del X secolo, la vicinanza delle culture e la religione condivisa fecero sì che le due popolazioni potessero tranquillamente coabitare: i tagiki assimilarono la cultura turca che gli assorbirono in quanto numericamente superiori.

Successivamente, attorno al XIII secolo, entrambe le popolazioni furono soggette al dominio Mongolo, quindi dal Tamerlano. In fine, dal XVI secolo , trovandosi sotto la sovranità dell'emirato di Bukhara, , il Tagikistan entrò nell'orbita del Khanato di Bukahara: uno stato feudale dell'Asia Centrale la cui capitale era appunto Bukhara.

Il territorio dell'attuale Tagikistan venne poi condiviso con il vicino Khanato di Kokand per poi entrare definitivamente nell'orbita dell'Impero Russo solo a partire dalla seconda metà del XIX secolo.

Quest'ultimo, per contrastare l'espansionismo britannico, mirava ad aprirsi un varco verso l'Asia Centrale potenziando così la propria posizione geopolitica grazie alla vicinanza con l'India britannica.

Divenuta provincia dell'impero sovietico, il Tagikistan divenne una repubblica socialista sovietica soltanto nel 1917 in seguito alla rivoluzione russa. A causa delle dure proteste da parte dei guerriglieri islamici, venne formalmente riconosciuta dalle autorità sovietico solamente nel '29. Bukara e Samarcanda, storiche capitali e culle della cultura iranica, furono separate dai territori del Tagikistan per finire invece a fare parte di quelli dell'Uzbekistan; a capitale dello stato venne invece scelto un modesto villaggio, che è tutt'oggi la capitale: Dusanbe.

Il Tagikistan mantenne comunque la propria identità islamica che, durante tutto il periodo di dominio sovietico, fu motivo di scontri culturali, grazie anche alla fitta rete di confraternite mistiche sufiste.

A partire dagli anni '70, fino alla caduta dell'URSS nel '91, il Partito Islamico di Rinascita, rifondato clandestinamente, provocò frequenti scontri e motivi di ribellione a danno del regime sovietico.

Con la caduta dell'URSS, il Tagikistan ottenne finalmente l'indipendenza; evento che purtroppo coincise con lo scoppio di una guerra civile che vedeva scontrarsi due opposte fazioni: quella del partito islamico e quella del partito democratico. Principalmente questo fu il motivo che costrinse molti tagiti ad espatriare per sfuggire alle persecuzioni ed alla pulizia etnica che prese piede all'interno dello stato.

Nel 1997, furono firmati degli accordi di pace tra il presidente democratico Rahmonov e i capi dell'opposizione islamica, con i quali i ribelli venivano confinati del vicino stato dell'Afghanistan. I ribelli continuarono comunque ad essere motivo di scontri per i quali il Tagikistan si vide costretto a chiedere il sostegno dell'esercito russo in modo da contenere le incursioni.

Sempre grazie alla sua posizione strategica, ed alla presenza di una nuova base militare russa sul proprio territorio, il Tagikistan continuò ad essere, negli anni seguenti, determinante per la guerra contro i talebani.

  • georgia.it - GEORGIA .IT: Il sito dedicato alla Georgia, Stato dell'Asia Transcaucasica, alla sua storia e alle informazioni sulla capitale Tbilisi e sulle altre città di interesse della Nazione.
  • brasov.it - BRASOV .IT: Il sito dedicato a Brasov, città della Romania e centro della regione storica della Transilvania; ecco la storia e le informazioni turistiche e geografiche di Brasov, con un approfondimento sulla Transilvania.
  • bratislava.it - BRATISLAVA .IT: Il sito sulla capitale della Slovacchia, Bratislava, con informazioni sul territorio, sulla storia e sui luoghi da visitare.
  • moscow.it - MOSCOW .IT: Il Portale sulla città di Mosca, capitale della Russia; una guida alla storia, alle informazioni geografiche e turistiche su questa splendida città russa.
  • belgique.it - BELGIQUE .IT: Il Portale sul Belgio, con informazioni sulla storia, sul turismo (tradizioni e città) e sulla geografia di questa nazione.

 

Siti Dove Compro Passatempi Food Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio